Choose Your Layout Style

6 Predefined Color Schemes

Il nome di questo gruppo blues-rock anni 70 ed il titolo di uno dei loro successi riassume alla perfezione il momento storico e il fine ultimo del nostro Supporter's Trust Sogno Cavese.

Sono trascorsi ben dieci anni da quando, in quello che è stato il mio ultimo anno milanese, ho trascorso tutte le mie ferie in compagnia di pochi compagni di viaggio nel tentativo di diffondere un nuovo modo di intendere il calcio, fatto di partecipazione, trasparenza e democraticità.

Era l'anno dell'ennesima gravissima crisi societaria della Cavese. Era l'estate dell’impegno di tutti i tifosi, culminato nella raccolta fondi gestita dal Comune e finita, col senno di poi, nelle mani sbagliate. Era l'anno della fondazione di Sogno Cavese, con un repentino quanto inaspettato numero di adesioni che raggiunsero le 500 unità.

Senza voler ripercorrere tutte le tappe della nostra travagliata storia, l'aspetto più importante ed emotivamente coinvolgente è indubbiamente esserci ancora, malgrado obiettivi ridimensionati, malgrado numeri ben diversi rispetto a dieci anni orsono, malgrado le mille difficoltà che hanno contraddistinto il nostro passato e accompagnano il nostro presente.

Dal nostro percorso, come noto, è nato il Cava United, il laboratorio calcistico all'interno del quale proviamo a trasporre i principi ispiratori di Sogno Cavese. È indubbiamente complicato operando in un sistema calcio che, in dieci anni, non ha fatto nessun passo in avanti e, probabilmente, addirittura qualcuno indietro. Non è facile per la cronica carenza di “forza lavoro", per l'italica abitudine all' “armiamoci e partite" e, non ultimo, anche per errori commessi, da noi in primis.

Malgrado tutto ciò noi siamo ancora qua. Invecchiati certo, con maggiori responsabilità ed impegni personali, con la difficoltà di garantire un ricambio generazionale e di serrare le fila.

Al raggiungimento di un traguardo e, lasciatemi dire, un decennio può assolutamente definirsi tale, di solito si traccia anche un bilancio. È buona abitudine, con l’obiettivo di migliorare e migliorarsi, concentrarsi sugli aspetti negativi. Voglio tuttavia sovvertire questa buona prassi: non saremo certo riusciti a cambiare il mondo, ma qualcosa di buono saremo pure riusciti a realizzare in questi anni: i nostri appuntamenti dedicati ai bambini (torneo alla Viva il parroco, torneo “Il calcio è della gente!”) sono ormai diventati un appuntamento fisso per la nostra comunità; la collaborazione con la Cooperativa Sociale la Fenice che, oltre alla co-organizzazione del Torneo “Scalciando insieme" si articola in un costante e reciproco sostegno; il Campionato “Quando gli scarpini erano neri" che per alcuni partecipanti è diventato ormai un impegno annuale; i rapporti con gli altri Supporters trust italiani, per alcuni dei quali siamo stati fonte di ispirazione e con i quali si sono rinsaldati negli anni rapporti di stima ed amicizia reciproca.

Se a qualcuno di noi tutto ciò potrà sembrare poco, e magari lo è perché ovviamente si può fare sempre di più e meglio, è bene concentrarsi su quanto lavoro e impegno c'è dietro a ciascuna di queste iniziative e quanto sia sempre più difficile portarle in porto vista l'inesorabilità degli anni che passano e le relative problematiche personali di ciascuno, che fanno della risorsa tempo il bene più scarso e al contempo prezioso.

Abbiamo commesso errori? Tanti! E tanti altri ne commetteremo. A ciò si associa l'unico rimpianto di questa nostra bella avventura, quella di aver perso lungo il nostro cammino molti compagni di viaggio. Ebbene, questi anni trascorsi insieme che hanno cementato rapporti interpersonali, creato nuove amicizie e rinsaldato le vecchie, hanno lasciato intatto un nucleo storico all'interno del quale mai e poi mai si poteva, si può e si potrà mai pensare che gli errori commessi siano frutto di malafede o negligenza. L'unico cruccio è non essere riusciti a trasferire a tutte le persone che abbiamo incrociato lungo il nostro cammino le buone intenzioni che animano il nostro agire, la scrupolosità con la quale negli anni abbiamo assunto decisioni a volte anche piuttosto difficili e l’apertura totale a chiunque volesse fornire un contributo alla nostra causa.

 

È ora quindi di passare ai ringraziamenti.

Un grazie a chi ha reso possibile tutto questo, dal primo socio fondatore di Sogno Cavese, sia esso ancora o meno parte del nostro progetto, al più recente dei soci ordinari.

Grazie a tutti i membri del nostro longevo Consiglio Direttivo in carica.

Grazie ai consulenti di Supporters Direct Europe senza i quali mai avremmo scoperto una nuova prospettiva. E grazie a Supporters in Campo alla cui fondazione abbiamo contribuito in maniera decisiva.

Grazie ai partner che negli anni hanno sostenuto le nostre iniziative.

E infine, il grazie più sentito va alle nostre mogli, compagne, fidanzate, ai figli, alle famiglie in senso più ampio per la pazienza dimostrata in questi anni per tutto il tempo sottratto a Voi e dedicato al nostro sogno, Sogno Cavese!

 

La prima stagione del Cava United FC.

Tra partite epiche quali quella che sarà ricordata come la Battaglia di Gaiano ( cfr. Apoteosi United: superstiti  vittoriosi della battaglia di Gaiano e qualche  cocente delusione ( leggasi la sconfitta nel derby con l'Inter sant'Anna),  il ruolino di marcia della prima stagione del Cava United è di tutto rispetto.

Guidati da Mr Emilio Sabbarese e sempre sostenuti da La Doce che si fa conoscere aldilà dei campi di periferia (http://www.footballa45giri.it/dirty-old-town-tifosi-cava-united/), i nostri ragazzi raggiungono i play off  promozione costruendo le loro fortune su una difesa granitica (miglior difesa del girone con appena 12 gol subiti), un attacco tutt'altro  che sterile grazie alla vena realizzata del bomber Mosca (25 reti).

Il 15 giugno si compie un primo  passo verso il sogno di una promozione nella stagione dell'esordio: il Cava United batte per 2-1 l'Inter Sant’Anna, in un derby corretto ma ricco di pathos  e colpi di scena  ( cfr. Cuore e grinta: United in finale ).

 

Malgrado il momento topico ed in ossequio alla propria mission per la quale il calcio deve essere innanzitutto strumento di aggregazione, la settimana che precede la finalissima, vede l’Associazione Sogno Cavese impegnata al fianco della Coop. La Fenice nell’organizzazione della 8° edizione del Torneo Scalciando Insieme.

Il 21 giugno 2015 è in ogni caso una giornata che rimarrà nella storia del Club: oltre 150 tifosi al seguito accompagnano i ragazzi nel catino di San Marzano e ci piace segnalare, tra loro, la presenza di una delegazione del Supporters Trust L’Aquila ‘me, a dimostrazione di quanto certi valori e certi percorsi condivisi possano generare rapporti di stima ed amicizia che vanno aldilà dei colori.

L’attesissima finale inizia con un grande equilibrio in campo, tant'è che il primo tempo si chiude con un salomonico 0-0; la ripresa, invece, inizia piuttosto bene per i metelliani, con il Cava United che passa in vantaggio con Salsano dopo una bellissima azione e l'assist di Mosca per Salsano che a tu per tu con l'estremo locale manda in delirio i cavesi al seguito. Il mancato raddoppio per l'errore dal dischetto del nostro bomber Mosca è il presagio di un triste epilogo, con il Per San Marzano che la ribalta e si aggiudica la finale. La delusione è forte da parte innanzitutto dei nostri ragazzi che, tra le lacrime, concludono un’ottima stagione sotto La Doce che gli tributa sostegno incondizionato ed un caloroso ringraziamento per le emozioni regalate.

Dopo appena una settimana e con il morale un po' sotto i tacchi, il 27 giugno una folta delegazione del Supporters Trust Sogno Cavare si reca a Taranto per la seconda Assemblea nazionale di Supporters in Campo. È una buona occasione per ricaricare immediatamente le batterie anche grazie al sostegno e all'incoraggiamento espresso da tutti i rappresentanti degli altri gruppi.

Il mese di luglio 2015 si apre con i festeggiamenti per il primo anno di attività del Cava United: alla sfida in campo tra squadra e tifosi:

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=679848665481577&id=499187216881057) segue una serata condita da cibo, buona musica e tanta allegria.

Le attività dell’associazione non conoscono sosta, ed il 13 luglio è il giorno della terza edizione del Torneo ‘alla viva il parroco': Supporters Trust’ e Community Club regalano ad oltre un centinaio di bambini la solita splendida giornata di sport e aggregazione!

 

Stagione 2015-2016:

Ad inizio agosto 2015 parte la programmazione della nuova stagione con la presentazione del Piano Marketing. A seguire è ora di salutare e ringraziare Mr Sabbarese, il condottiero della prima stagione del Cava United che passa il testimone ad una nostra vecchia conoscenza: Pasquale Senatore, già presidente della Coop Sociale La Fenice è il nuovo Mister. Il suo staff sarà inoltre composto da Lorenzo De Lista e Maurizio Di Marino.

Dopo una seppur ridotta ‘campagna acquisti’ in occasione della quale la prima, se non unica richiesta ai nuovi calciatori è di comprendere e sposare il contesto del Cava United, i principi fondati e i suoi valori, il 26 settembre inizia la preparazione atletica.

Il 15 novembre inizia la nuova stagione del Cava United in un girone A nel quale, oltre alle 2 compagini metelliane del San Vito e dell'Inter S. Anna, spiccano le presenze di un rinnovato Angels Episcopio e del Deportivo Doria. Proprio quest'ultima, interrompe la serie di 4 vittorie consecutive costringendo allo 0-0 i ragazzi guidati da Mr Senatore.


La fine del 2015 è contrassegnata dal lancio di un crowdfounding per l'acquisto di un defibrillatore (Cfr. https://youtu.be/02rppbbZWFI ) che si rivelerà un grande successo al punto di finire alla ribalta nazionale attraverso la storica trasmissione Rai 90esimo minuto (Rubrica “Tutto il bello che c'è nel calcio” del 31/12/2016).

Con il nuovo anno, alla nona giornata arriva anche la prima sconfitta per lo United (2-1 in casa della Don Bosco) ed il 2016 ci offre anche l'impagabile occasione di prender parte al progetto “Club e tifosi per una migliore gestione del calcio”, coordinato da Supporters Direct Europe a cui partecipano Club gestiti dai propri tifosi del calibro di Schalke04, Malmö, Cork e organizzazioni nazionali. (Cfr. http://www.supporters-in-campo.org/2016/01/al-via-il-progetto-europeo-club-e-tifosi-per-una-migliore-gestione-del-calcio/).

Il 22 marzo è l’occasione per il primo incontro a Londra a cui partecipa una rappresentanza del Club e del Supporters Trust Sogno Cavese.

Il campionato, intanto, procede per il meglio, con i ragazzi di Mr. Senatore che inanellano una serie di ottime prestazioni e ben 13 risultati utili consecutivi! Questo ruolino di marcia porterà il Cava United a raggiungere una meritatissima promozione con 2 giornate di anticipo

(https://www.facebook.com/cavaunitedfootballclub/photos/a.520041318128980/812409282225514/?type=3); l' 8 maggio 2016 il derby con l'Inter S. Anna:

https://www.facebook.com/cavaunitedfootballclub/photos/a.819363641530078/819365808196528/?type=3 chiude una stagione esaltante con i seguenti numeri:

- 17 vittorie

-   4 pareggi

-   1 sconfitta

- 54 gol fatti

- 12 gol subiti

“Cava United: LA SECONDA VOLTA NON SI SBAGLIA MAI!”: è questo il titolo del video celebrativo della vittoria del campionato. https://youtube.com/watch?v=1QoglLa1q2s&feature=youtu.be

Sotto la guida di Mr. Pasquale Senatore, coadiuvato da Maurizio Di Marino, Lorenzo De Lista e Alfonso Senatore, si sono resi protagonisti di un'esaltante stagione: https://www.tuttocampo.it/2015-16/Campania/TerzaCategoria/GironeASalerno/Squadra/CavaUnitedFClub/1018899/Rosa

Con tutto l’entusiasmo per la vittoria del campionato, il 26 maggio l’Associazione Sogno Cavese si impegna nell’organizzazione della IV Edizione del Torneo “Il calcio è della gente” mentre, dal 13-15 giugno, è il momento di un nuovo appuntamento del progetto Europeo con l’incontro di Manchester dedicato alla governance delle Società di calcio. (Cfr. https://infoazionariatopopolarecalcio.blogspot.com/2016/06/club-e-tifosi-per-una-migliore-gestione.html)

Il 9 luglio accettiamo di buon grado l’invito degli amici del Supporters Trust L’Aquila Me che, in occasione del ‘Festival della partecipazione’, hanno organizzato un incontro dibattito dal titolo “Calcio, Tifosi e Partecipazione: l’esperienza dei Supporters Trust”. È questa l’occasione per portare la nostra piccola esperienza e fare il pieno di complimenti per il traguardo raggiunto.

 

Stagione 2016-2017:

Il 13 luglio 2016 è già ora di programmare la nuova stagione con il primo raduno, atto a selezionare nuovi calciatori per la formazione Under 17. È questa una scelta strategica per la crescita della Società che, oltre ad offrire un’opportunità di gioco e divertimento ai ragazzi della nostra città, dovrà costituire, nel corso degli anni, un serbatoio di risorse utili alla prima squadra. Gli stage si concludono con la selezione di 22 giovani atleti che, agli ordini di Mr. Alfonso Perfetto, parteciperanno al Campionato Regionale Under 17.

Ad agosto, in occasione della seconda festa del Cava United, l’Associazione si impegna nell’organizzazione di una mostra fotografica dello storico Torneo dei Cappuccini a cui si ispira il Torneo “Quando gli Scarpini erano neri”.

La prima squadra intanto vede la sua rosa rinforzarsi con l’arrivo di calciatori di assoluto spessore (Amendola, Memoli, Noviello, Desiderio) ed impegnata nella preparazione atletica dai primi giorni di settembre.

Da un punto di vista societario e associativo, il 24 e 25 settembre da segnalare la partecipazione alla Terza Assemblea Generale di Supporters in Campo, ospiti di Verona col Cuore. In questa occasione, entrano a far parte dell’organizzazione nuove realtà: Tifosi per il Brescia”, “Associazione Polisportiva Per Brindisi”, “Orgoglio Pratese Soc. Coop” (che controlla l’AC Prato S.p.A., Lega Pro) e “Il Fasano Siamo Noi” (che controlla la US Città di Fasano, Promozione).

Il 17 ottobre al via la stagione ufficiale in Coppa Campania contro la Don Bosco (1-1 il risultato finale) ed il 23 l’esordio amaro in campionato: il Cava United, per la prima volta nella sua storia, perde in casa contro una coriacea Galdese. I più scaramantici attribuiranno l’accaduto alla scelta di trasferire le partite casalinghe dal fortino di San Pietro al Desiderio di Pregiato.

L’inizio campionato non è dei migliori (appena 3 punti nelle prime 4 giornate ottenuti nella stracittadina contro il Cava 2000 battuto per 3-0) ed è da ricordare soltanto per la bella giornata di sport che andrà a rinsaldare i rapporti con una società “nemica”: in occasione della trasferta di Salerno con la Longobarda, la Società e tutti i tifosi si uniscono al dolore degli avversari per la recente dipartita del giovane portiere Albert Chiarello. Mentre i dirigenti della Longobarda Salerno ritiravano per sempre la maglia numero 12, quella indossata da Chiarello, la società metelliana consegnava al capitano salernitano una targa commemorativa.

Il 6 novembre del 2016 finalmente ha inizio il campionato Under 17: i nostri ragazzi partono con il piede giusto vincendo per 1-0 con lo Sporting Scafati (rete di Lorenzo Senatore).

Il 25 e 26 novembre è nuovamente il momento del Progetto Europeo: una delegazione della Società e di Sogno Cavese partecipa a Malmö, nella splendida cornice dello Swedbank Stadion, al workshop sulla sostenibilità finanziaria. Cfr.http://www.supporters-in-campo.org/2016/12/secondo-workshop-del-progetto-europeo-club-e-tifosi-per-una-migliore-gestione-del-calcio-malmo-25-26-novembre/

Cfr. intervista sul progetto: https://giocopulito.it/cava-united-fc-piccolo-club-grandi-orizzonti/

Il girone di andata della prima squadra si chiude tra alti e bassi con 19 punti in 13 giornate (5° posto in classifica), mentre la prima parte di stagione per la neonata formazione giovanile si conclude al 4° posto con 15 punti in 11 giornate. Ed è proprio nell’ultima giornata del girone di andata che, a causa di numerose defezioni, Mr. Senatore convoca e schiera 2 giovani promettenti dell’Under 17, Simone Trezza e Lambiase, con quest’ultimo autore del gol vittoria con il Real Filetta Pezzano.

All’inizio del girone di ritorno la prima squadra continua a palesare un inspiegabile nervosismo che non giova all’ambiente e ai risultati, prova ne sia il pareggio casalingo nel derby con il fanalino di coda Cava 2000 e la serie di 4 sconfitte consecutive. Nemmeno la graditissima visita dei Soci e Tifosi del Cap Ciudad de Murcia (scambio nell’ambito del Progetto Europeo Erasmus+) riesce ad invertire la tendenza. Cfr. http://www.supporters-in-campo.org/2017/04/resoconto-incontro-progetto-erasmus-clubs-and-supporters-for-better-governance-in-football-cava-united-football-club-club-de-accionariado-popular-ciudad-de-murcia/

 

Il primo maggio è ora di ricambiare la graditissima visita: una nostra delegazione si reca in visita a Murcia per un weekend di sport e condivisione di best practice con una realtà piuttosto strutturata gestita e finanziata dai suoi tifosi.

Sul fronte Under 17, il girone di ritorno inizia con ben 5 sconfitte consecutive (da segnalare tuttavia l’ottima prova contro la Cavese malgrado la sconfitta per 2-1).

Il campionato si conclude con la prima squadra che chiude il suo primo campionato di Seconda Categoria al sesto posto (32 punti; 27 gol fatti; 31 subiti; miglior marcatore Desiderio con 11 gol in 20 partite).

La prima stagione dell’Under 17 si conclude invece con buoni segnali: la grande rimonta nella lontana trasferta di Sapri (da 3-1 a 3-3 avendo sfiorato più volte i gol del KO), l’esordio di alcuni giovani in prima squadra ed un 5° posto in classifica in un girone che, ad inizio stagione, sembrava davvero proibitivo.

Ad appena una settimana dalla fine del campionato, non si ferma l’attività sportiva, questa volta nel segno del sociale e dell’aggregazione: il 21 maggio si svolge a Cava de‘ Tirreni il I° Torneo dell’aggregazione, un triangolare con la Don Bosco 2000 e Villa Angela, Associazione che accoglie, a Terzigno, numerosi ragazzi africani che sono scappati dalla loro terra soprattutto a causa della guerra.

Dal 16 al 18 giugno siamo ospiti alla Veltins Arena di Gelsenkirchen per il terzo workshop del progetto Erasmus+: il Cava United nella casa dello Schalke04 per un confronto con tutti i partner sulla tematica della membership. Cfr.http://www.ilcalcioedellagente.it/index.php/it/news/31-supporters-in-campo/226-membership-and-volunteers-16-18-giugno-gelsenkirchen-un-esperienza-indimenticabile

 

Stagione 2017-2018:

Dopo un’annata piuttosto deludente, più che per i mancati risultati per un’inspiegabile mancanza di armonia e serenità, la programmazione della nuova stagione del Cava United vede una riorganizzazione dello staff tecnico. Il nostro Mr. Senatore dedicherà le sue indubbie qualità tecniche ed umane alla crescita della nostra ‘cantera’, mentre la guida della prima squadra è affidata a Sabato Longino.

Cfr.https://www.facebook.com/RTCQUARTARETE/videos/1427273357359757/

Da un punto di vista della costruzione delle rose, si procede nuovamente all’organizzazione di ben 4 stage per la selezione di nuovi elementi per la formazione Juniores e alla ricerca di alcuni elementi per la prima squadra (da segnalare gli innesti di uomini di esperienza come il centrocampista Masullo, gli attaccanti Lamberti e Stella). Il 17 settembre, presso la sede de ‘La Doce’, si procede alla presentazione delle squadre e, nello stesso fine settimana, una delegazione di Sogno Cavese partecipa a Prato all’Assemblea nazionale di Supporters in Campo (Cfr. http://www.ilcalcioedellagente.it/index.php/it/news/31-supporters-in-campo/228-assemblea-annuale-supporters-in-campo-prato-16-17-settembre-2017).

Il 22 settembre si inaugura la V edizione del Campionato ‘Quando gli scarpini erano neri’.

A dare il via alla stagione ufficiale è la formazione Juniores che parte con il piede giusto: domenica 8 ottobre esordio casalingo per la Juniores di Mr Senatore che batte per 3-1 l’Ogliarese. A questa, seguiranno altre 3 vittorie consecutive, tra cui spicca il 5-0 in trasferta contro il Picciola.

Il 15 ottobre, dopo una dura e lunga preparazione atletica, prende il via la stagione ufficiale della prima squadra con la gara di Coppa Campania vinta per 2-1 con il Santa Maria. Il campionato invece inizia con un sofferto derby contro il Cava 2000 vinto grazie ad una rete di Giosuè Senatore. Quattro i risultati utili consecutivi ad inizio stagione, con la porta inviolata e qualche problema realizzativo (saranno appena 2 le reti realizzate nei primi 6 turni di campionato.

Cfr.https://www.facebook.com/RTCQUARTARETE/videos/1583309105089514/

Continuano le iniziative legate al progetto Erasmus+, con la visita ad una realtà che ha fatto scuola in tutta Europa per quanto concerne le tematiche della Fan Ownership: il 28-29 ottobre una nostra delegazione, in compagnia degli amici di Murcia, è ospite degli splendidi tifosi-proprietari dello United of Manchester presso il Broadhust Park (Cfr. https://www.sdeurope.eu/fcum-welcome-erasmus-partners-cap-cdm-cava-united-weekend/).

Il 18 novembre, con l’incontro di Dublino, si chiude il progetto Erasmus+: oltre ai partner del progetto, presenti altre realtà dalla Scozia, Norvegia, USA, Israele, Bosnia e Repubblica Ceca. La conclusione del progetto è stata occasione, oltre che per fare il punto su quanto svolto in questi 2 anni, per raccogliere ulteriori fabbisogni per futuri progetti europei. È questa anche l’occasione per partecipare alla prima Assemblea Generale di Supporters Direct che, da questo momento, assumerà personalità giuridica indipendente dalla branch UK.

(Cfr.https://www.facebook.com/pg/cavaunitedfootballclub/photos/?tab=album&album_id=1179561418843630).

Tornando ai campionati, il girone di andata si conclude al 6° posto per la prima squadra con 20 punti, mentre la juniores, dopo un inizio scoppiettante che la porta ai vertici della classifica fino alla nona giornata, conclude con due sconfitte che la portano al 6° posto, anch’essa con 20 punti.

Mentre il campionato della juniores volge al termine (ottima chiusura al 5° posto in classifica, un attacco stellare con 58 realizzazioni, di cui 21 del bomber Amedeo Trezza e ben 5 del difensore goleador Virno), il 25 aprile 2018 l’Associazione Sogno Cavese si cimenta nell’organizzazione della VI edizione del Torneo ‘Il Calcio è della Gente!’ con l’ormai consueto ritorno di entusiasmo e allegria. Cfr.https://www.facebook.com/cavaunitedfootballclub/posts/1276815029118268

Agli inizi di maggio si conclude anche il campionato della prima squadra con un pareggio casalingo con il Cetara: un bottino finale di 33 punti (di cui ben 23 conquistati tra le mura amiche) che valgono un ottavo posto in classifica. Evidenti i problemi realizzativi con il miglior marcatore Amedeo Trezza (5 reti dopo le 21 realizzate con la Juniores).

Dal 20 al 23 giugno 2018 altro appuntamento ormai parte integrante del nostro calendario: è l’undicesima edizione di Scalciando Insieme. Di seguito un video assolutamente da non perdere, per cogliere il vero spirito che anima questa splendida iniziativa:

https://www.facebook.com/cavaunitedfootballclub/videos/1317646445035126/

Sebbene già fervano i preparativi per la stagione seguente con gli stage tenuti dall’instancabile Mr. Senatore, dai suoi collaboratori Caputo e Adinolfi, coadiuvati dai dirigenti Pecoraro e Armenante, l’ultimo atto della stagione calcistica 2017/2018 è l’ormai consueto appuntamento a Quarto di fine giugno. Ottima la prestazione dei nostri al torneo organizzato dalla tifoseria locale, sconfitti solo in finale dalla Lokomotiv Flegrea.

Le attività dell’Associazione Sogno Cavese proseguono il 7 luglio: è la VI edizione del Torneo alla Viva il Parroco: a conti fatti, saranno ormai oltre 1.000 i bambini che nel corso degli anni hanno partecipato a questa manifestazione che, quest’anno, ha visto anche una nutrita partecipazione da parte dei calciatori del Cava United F.C. nell’organizzazione.

(Cfr.https://www.facebook.com/RTCQUARTARETE/videos/1853464091407346/ )

Il 22 luglio 2018 riceviamo e accettiamo con grande entusiasmo l’invito da parte della Cavese Calcio a disputare un’amichevole presso il ritiro di Sturno.

 

Stagione 2018-2019:

Siamo ormai al quinto anno di attività sportiva (ormai ne sono passati ben 8 dalla fondazione delSupporters Trust Sogno Cavese) e si riparte con rinnovato entusiasmo.

Agosto è un mese contraddistinto da una serie di emozioni contrastanti. È il tempo di una nuova sfida, con l’accordo per la gestione un noto campo di calcetto cittadino che, d’ora in avanti, sarà sede di tutte le iniziative anche di natura sociale.

Nel frattempo, riceviamo ed accogliamo con entusiasmo la notizia del coinvolgimento del Supporters Trust L'Aquila Me', in rappresentanza dell'intera tifoseria aquilana, nella costituzione della nuova Società. A sostegno dell’iniziativa, in nome di una vecchia amicizia che ci lega ai ragazzi de L'Aquila Me' e memori del sostegno ricevuto in più occasioni, non possiamo esimerci dal rispondere al loro appello con la sottoscrizione di un pre-abbonamento a nome di Sogno Cavese, Supporters Trust del Cava United F.C.

Agosto è però purtroppo anche il mese della scomparsa di un nostro amico e sostenitore a cui dedichiamo il nostro affettuoso pensiero: “Il rullo del tamburo oggi è un suono molto duro. Nelle mani una bandiera, (Lei) di te sarà sempre fiera! Ciao Adriano Riposa in pace. I ragazzi dello United”.

Ormai settembre è alle porte e il lancio del contest ‘disegna la tua magna’ assegna ai tifosi la scelta di quelle che saranno le nuove casacche del Cava United. Numerosi i bozzetti ricevuti, ma queste che seguono risulteranno le maglie scelte dai tifosi.

   

Il 9 settembre, presso il Dream Soccer, è tempo di inaugurare ufficialmente la nuova gestione con partite di calcetto e, a seguire, la presentazione delle squadre e dei rispettivi staff tecnici.

 

Per quanto riguarda l’Under 19 guidata da Mr. Senatore, 7 gli innesti di nuovi calciatori, tutti del 2001 e finalmente riusciamo ad effettuare il tesseramento di 2 giovani ragazzi richiedenti asilo che, già dalla scorsa stagione, erano aggregati alla formazione giovanile dello United.

La prima squadra, guidata da Longino, vede rimpinguare la rosa con elementi di ottimo livello (tra gli altri citiamo l’esperienza del portiere Gigantino, il ritorno al calcio giocato di Lisanti e Simone Senatore, il gradito rientro di Cristian Altobello e l’arrivo del bomber di razza Niko Libroia). Lo staff tecnico saluta invece il rientro da Londra del nostro Danilo Nasta (da quest’anno preparatore dei portieri) e l’arrivo di una persona a cui tutta la città di Cava è particolarmente affezionata, Angelo Mari.

Sul fronte associativo, il 22 e 23 settembre 2018 a L’Aquila partecipiamo alla V Assemblea di Supporters in Campo: come in ogni occasione di incontro, è sempre un enorme piacere ricevere attestati di stima sul nostro operato e condividere con tutti gli altri gruppi idee e percorsi di sviluppo. E’ altrettanto bello ritrovarsi con gruppi forti e in crescita anche da un punto di vista sportivo (tra tutti, colpiscono gli esempi di Fasano e Derthona). Cfr.http://www.supporters-in-campo.org/2018/09/con-rinnovato-entusiasmo-verso-nuove-sfide-resoconto-della-v-assemblea-annuale-di-supporters-in-campo-laquila-22-23-settembre-2018/

La stagione non parte nel migliore dei modi con il grave infortunio di Giosuè Senatore, nostra vecchia conoscenza sin dai tempi dell’Aquilotto Cavese e ormai da anni nel Cava United. Le prime gare ufficiali regalano tuttavia grandi soddisfazioni: dopo cinque vittorie consecutive, tre in campionato e due in coppa, quindici gol realizzati e nessuno subito, il Cava United soccombe in casa contro la capolista Polisportiva Baronissi. Pronto il riscatto con un sonante 4-0 con il Cetara (doppietta di Libroia e reti di Amedeo Trezza e Coiro) portandosi al secondo posto, ad un solo punto dalla coppia di testa Baronissi – Fidelis Agro.  Cfr.https://www.facebook.com/RTCQUARTARETE/videos/774417716229094/?t=61

La formazione Juniores, impegnata nel campionato regionale Under 19, conquista nelle prime 7 giornate ben 14 punti, frutto di 4 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta.

A novembre, la Società regala a Mr. Longino un nuovo rinforzo per il centrocampo: Alfredo Annarumma è un nuovo calciatore del Cava United e sarà elemento assolutamente utile considerata la sequela di sfortunati eventi che inseguono le sorti dello United (a dicembre, ad esempio, si infortuna il giovane della cantera Manuel Lambiase, ormai stabilmente in prima squadra).

Il mese di dicembre regala al Cava United la qualificazione agli ottavi di Coppa Campania: dopo la gara di andata vinta per 3-1, Lo United strappa un pareggio per 3-3 in casa del Guido Cuore Rocca (reti di Amedeo Trezza, Lorenzo Senatore e Antonio Memoli).

E’ anche tempo di mercato invernale e, a proposito di nuovi arrivi, oltre al gradito ritorno di Alfonso Noviello e all’arrivo del forte attaccate esterno Valerio Risi dalla Valle Metelliana, è proprio un malinteso sul tesseramento di un nuovo calciatore (Diego Giordano in arrivo dal Baronissi) che la Società vive un vero e proprio “giallo” giocato sui minuti relativi all’inserimento nel sistema del Comitato Regionale. Di questo malinteso approfittano i ‘cugini’ del Cava2000 che, dopo la sconfitta sul campo per 2-0 (la sblocca Perfetto con un tiro-cross; raddoppia Libroia:

https://www.facebook.com/RTCQUARTARETE/videos/vb.766403313446768/278230436212367/?type=2&theater), effettuano ricorso durante le festività natalizie (considerato l’esito dello stesso e la relativa vittoria a tavolino, da questo momento, ne siamo certi, Babbo Natale esiste!). Questo episodio incide terribilmente sul morale di Società, tifosi e, purtroppo, squadra che inanella una serie di prestazioni scialbe che la portano al 7° posto in classifica all’inizio del 2019. Il girone di andata si conclude tuttavia con un bel segnale di ripresa: un doppio 3-0 ai danni del Siano (in trasferta) e del Guido Cuore Rocca (in casa) con tripletta del neo-acquisto Risi.

Sul fronte Juniores, il girone di andata si conclude con un ottimo 5° posto (21 punti in 11 giornate), tra cui spiccano la vittoria per 2-0 contro il Costa d’Amalfi (reti di Adamo e Milito) ed il pareggio per 0-0 in casa dello Sporting Pontecagnano, una delle favorite alla vittoria finale. Al netto del risultato sportivo, ci piace segnalare l’esordio del giovane Akhere per il quale, insieme al suo Amico Vanfing (per tutti Tonino), abbiamo dovuto superare numerosi ostacoli burocratici prima di riuscire dopo oltre 1 anno ad ottenerne il tesseramento. Cfr. https://www.facebook.com/cavaunitedfootballclub/posts/1478769292256173

Il girone di ritorno, vede la formazione guidata da Mister Longino risalire la china fino a raggiungere il secondo posto in classifica alla 19esima giornata. Da ricordare la splendida vittoria in casa della capolista Baronissi per 2-0 (doppietta di Libroia) definita da qualcuno come la miglior partita della storia dello United.

La trasferta con il Cetara del 24 febbraio rimarrà una pagina di storia dello United. Il Sindaco del Comune di Tramonti vieta la trasferta per, ci sentiamo di dire, presunti problemi di agibilità degli spalti. Per fortuna la Doce non demorde e riesce a godersi dal vivo la bella vittoria condita dalla perla di Diego Giordano un gol talmente bello da passare alla ribalta nazionale nella nota rubrica di Striscia la Notizia “Striscia lo striscione” nonché nella pagina ufficiale della LND:

https://www.facebook.com/LegaDilettanti/videos/1063475790443050/). E’ questa inoltre la partita del ritorno al calcio giocato di Giosuè Senatore dopo l’infortunio e dello schieramento di ben 4 calciatori provenienti dal vivaio (Trezza A., Santoriello, Virno, Senatore L.)

Cfr.http://www.ilcalcioedellagente.it/index.php/it/news/44-articolo-cava-united/256-the-wind-of-change-breve-cronaca-di-una-partita-di-pallone

Il Campionato della Juniores procede altrettanto bene, ma i giovanotti terribili di Mr. Senatore devono subire l’onta della prima immeritatissima sconfitta casalinga ad opera della capolista Salernum Baronissi che deve faticare non poco per avere la meglio di misura.

Cfr.https://www.facebook.com/cavaunitedfootballclub/posts/1524013454398423

Questi mesi del 2019 sono scanditi da periodici incontri a cura di una nostra strenua sostenitrice che, attraverso delle simpatiche interviste a calciatori e staff, ci racconta anche la loro vita al di fuori del terreno di gioco.

Stagione strana questa, in cui per la seconda volta ci viene impedito l’accesso allo stadio: è il giorno di Piano Pizzeria – Cava United e, questa volta, non c’è trattativa che tenga. Una delle sfide decisive per il Campionato si disputa a porte chiuse. Evidentemente non c’è antidoto né soluzione alla volontà di distruggere lo sport più amato dagli italiani. (Cfr. https://infoazionariatopopolarecalcio.blogspot.com/2019/04/cava-united-football-club-il-calcio-e.html).

A questo abominio, segue una sconfitta sul campo e la stagione si conclude con 4 punti nelle ultime 3 partite: Il Cava United al 95esimo dell’ultima partita, con una magia di Risi, riesce ad agguantare i playoff grazie al 4-3 in casa del Guido Cuore di Rocca che, a 15 minuti dalla fine, era in vantaggio per 3-2. Direttamente promosso lo Stabia Friends e, sempre una compagine del nostro girone, il Baronissi, si aggiudica invece la Coppa Campania.

La Juniores di Mr Senatore conclude la sua ottima stagione in un girone davvero difficile con un lusinghiero 6° posto, figlio di 10 vittorie, 5 pareggi e 7 sconfitte. Importante la crescita di numerosi elementi che, nel corso dell’anno, hanno dato un grosso supporto alla prima squadra considerate le numerose defezioni in corso di stagione.

Ci si prepara quindi alla semifinale playoff del 12 maggio contro l’F3 Nocera presso il campo “Leo” di Siano. In vantaggio per 2-0 fino a 20 minuti dal termine (le reti di uno stoico Annarumma – una stagione di sacrificio la sua, considerato un ginocchio con legamenti rotti - e di Risi) e con una serie di occasioni sbagliate per chiudere il match, un’inspiegabile fase di tilt individuali e collettivo spalanca la porta al pareggio degli avversari. Ai tempi supplementari, l’F3 Nocera chiude il match sul 4-2: enorme la delusione dei nostri ragazzi in campo, consolati da LaDoce che, pur avendo assaporato il gusto della vittoria e della tanto agognata finale playoff, tributano ai propri beniamini il consueto affettuoso saluto.

(Cfr.https://www.facebook.com/cavaunitedfootballclub/videos/402380147157325/).

Non c’è tempo per i rimpianti e, come noto, il risultato sportivo, seppur più che gradito, non costituisce la ragione di vita della nostra esistenza come Club e come Supporters Trust. E dunque, dopo solo una settimana, si guarda oltre con l’organizzazione di una delle nostre consuete iniziative, il 7° Torneo ‘Il Calcio è della gente’ dedicato ai bambini e alle bambine delle classi V dei plessi scolastici cittadini. (Cfr. https://www.facebook.com/sognocavese/posts/884981031844233)

Si continua con l’organizzazione del 1° Torneo dell’amicizia presso il Dream Soccer Sant’Anna e, ancora, con il supporto ai nostri storici amici della Fenice per l’organizzazione della 12^ edizione del Torneo ‘Scalciando Insieme’. Questa edizione, avrà finalmente lo spazio che merita da parte di mezzi di informazione di primo livello: il TgR Campania, in occasione delle Universiadi, dedica un servizio a questa lodevole iniziativa: https://www.facebook.com/sognocavese/videos/2259808787681996/

“Il calcio è della gente!”, marchio registrato dall’Associazione Sogno Cavese, non rappresenta un semplice slogan ma un concetto profondamente radicato, principio ispiratore di una serie di iniziative promosse e realizzate dalla medesima Associazione.

In quanto amanti del calcio, siamo troppo spesso spettatori inermi del totale decadimento dello sport più amato dagli italiani, oggi schiavo dello show business, che ha totalmente abdicato alla sua originaria funzione per la logica del profitto. Il risultato scontato sono i periodici “scandali” che si susseguono (partite truccate, calcio scommesse, fallimenti di storiche società di calcio) a cui non riusciamo ad abituarci, che non vogliamo catalogare come episodi isolati ma che riteniamo ormai parte integrante del moderno ‘sistema calcio’.

Quando c'era la Cavese

Sogno Cavese nasce da una idea di alcuni tifosi della S.S. Cavese 1919  che iniziano a studiare il fenomeno dell'Azionariato Popolare e dei Supporters Trusts che si sta diffondendo in Europa, soprattutto in Inghilterra e in Germania.  Vengono a conoscenza dell’esistenza di un organismo europeo, operativo anche in Italia, a supporto delle iniziative di azionariato popolare, Supporters Direct. In questa fase embrionale, è stato fondamentale uno studio del fenomeno, soprattutto a livello europeo, per comprenderne le dinamiche e per poter progettare un percorso "su misura" rispetto alla specifica realtà territoriale e calcistica.

Sin dall’inizio Sogno Cavese si pone l'obiettivo di coinvolgere altri tifosi e ciascuno, secondo le proprie competenze, sposando il progetto ha da subito offerto il proprio contributo. Dopo un iniziale confronto con alcuni tifosi di diversi “settori” dello stadio a cui è stato presentato il progetto, ancora in fase embrionale, il 28 maggio 2010, Sogno Cavese si è presentata alla Città in un’Assemblea Pubblica che ha visto la partecipazione delle istituzioni, Sindaco in testa, dei rappresentanti della vecchia società, di giornalisti e soprattutto dell’unica componente imprescindibile: I TIFOSI. Al cospetto di circa 350 presenti, abbiamo avuto modo di illustrare il progetto Sogno Cavese: l’occasione è stata inoltre utile per presentare il nostro principale testimonial, Mr. Rino Santin, uomo di calcio, persona seria e rispettata in Città per quanto ha fatto per la Cavese e non solo.

Breaking News:

Cava United
Rubriche
Il Calcio è della Gente
Modulistica

Share This

Follow Us

Donaci il 5*1000

banner main

Uno di Noi, Uno in più!